Nata dal connubio tra l’associazione culturale “Bisse” e la compagnia teatrale “La Maschera”, “Lu Lozzu” è una commedia musicale in tre atti scritta da Gianfrancesco Marignoli e ambientata a Spoleto, in Piazza del Mercato, intorno alla fine del XVIII ed i primi del XIX secolo, quando la città, essendo sede vescovile e di un governatorato pontificio, viveva sotto il rigido comando della Roma conservatrice. In quel tempo, però, il popolo iniziava a confidare nel cambiamento che accompagnava la discesa, lungo la penisola italiana, delle truppe Napoleoniche. E con I’arrivo di queste mutano gli assetti politici cittadini: i sostenitori dello Stato della Chiesa sono costretti a scappare, mentre chi per lungo tempo è vissuto nascosto perché oppositore del potere temporale del Papa, torna allo scoperto inneggiando ai principi della libertà, uguaglianza e di fraternità che, in quegli anni, la Rivoluzione Francese aveva scelto come proprio motto.

 

Brani contenuti nel CD:

Prologo (C. Scarabottini – G. Marignoli)

Contadini (C. Scarabottini – G. Marignoli)

Imparà un mestiere (C. Scarabottini – G. Marignoli)

Checco lu carzolaru (C. Scarabottini – G. Marignoli)

La canzone Dellu Lozzu (C. Scarabottini – G. Marignoli)

Marirosa (C. Scarabottini – G. Marignoli)

Serenata (C. Scarabottini – G. Marignoli)

Arrabbielu che friddu stamatina (C. Scarabottini – G. Marignoli)

Pimpinella (C. Scarabottini – G. Marignoli)

Stete contenti ommini (C. Scarabottini – G. Marignoli)

C’est l’amour ma petite (C. Scarabottini – G. Marignoli)

E continua a leccà (C. Scarabottini – G. Marignoli)

Caro Lozzu (C. Scarabottini – G. Marignoli)

Lu popolu è cuscì (C. Scarabottini – G. Marignoli)

 

Foto della registrazione

© Copyright Associazione Culturale Giovanile BISSE - Theme by Pexeto