Campello festeggia l’inserimento del Tempietto del Clitunno nelle liste mondiali del Patrimonio dell’umanita’

Due giorni di incontri e spettacoli per sottolineare l’importante traguardo e parlare di futuro

Si è conclusa ieri sera la due giorni organizzata dall’Amministrazione comunale di Campello sul Clitunno per celebrare il recente inserimento del Tempietto nelle liste mondiali del Patrimonio dell’umanità. Lo spettacolo musicale presentato nella prima giornata di venerdì sera, per la direzione artistica del regista Stefano Alleva e realizzato dall’associazione culturale Bisse, è stato senza dubbio uno dei momenti più emozionanti della manifestazione. Il Tempietto, valorizzato da una performance luminosa unica, faceva da sfondo ad un coro di trenta elementi che ha proposto il giro del mondo attraverso la musica. Anche lo studio Habitat Lithos ha voluto omaggiare il Tempietto allestendo una mostra d’arte nel parco della residenza d’epoca Vecchio Molino: sette artisti hanno esposto le loro opere con l’intento di animare il territorio coinvolgendo il pubblico affinchè l’arte diventi qualcosa alla portata di tutti.

Ieri mattina, nel prato antistante il Tempietto, accompagnati dalle acque del fiume Clitunno, un quartetto di musicisti si è esibito in un suggestivo concerto con le musiche originali del maestro Claudio Scarabottini intitolato “La sponda del Tempio” (guarda il video di Tuttoggi.info).

“Lo sviluppo sostenibile e la valorizzazione del territorio di Campello sono i nostri obiettivi – ha dichiarato il Sindaco Paolo Pacifici – il quale pur nella grande crisi in cui si trovano le amministrazioni locali, soprattutto per effetto delle recenti manovre finanziarie, si è impegnato per organizzare un evento unico e di altissimo livello. L’inserimento del Tempietto nelle liste Unesco è stato un obiettivo che l’Amministrazione ha inseguito con grande caparbietà e la manifestazione ben rappresenta la positiva sinergia che può esserci tra i vari soggetti locali, istituzioni, operatori economici, cittadini.”

La due giorni di festeggiamenti è stata chiusa ieri sera da Carole Magnini con la performance teatrale Nynphes.

In un prezioso mix tra musica, teatro e sapori tradizionali – ben elaborati e proposti dalla giovanissima chef Elisabetta Spitella – il piccolo Comune sta dimostrando di saper pensare in grande, rendendo omaggio al Tempietto, al suo grande valore e rendendolo accessibile a tutti.