65ma Coupe Mondiale di Fisarmonica_Ad ogni battuta una signora sveniva ed un uomo sussultava in poltrona

Spoleto – Discreto afflusso di pubblico ieri al Teatro Nuovo Gian Carlo Menotti per la serata di gala  della 65° Coupe Mondiale di Fisarmonica, un pubblico internazionale che ha richiesto la presentazione dei brani sia in italiano che in inglese. Erano davvero rappresentati molti paesi del globo, e con piacere abbiamo visto sfilare anche personaggi originali come un tirolese in costume tipico ed uno scozzese con un delizioso kilt a fondo rosso e giacca nera.

La serata si è aperta con il gruppo spoletino Bisse, che non ha affatto sfigurato in confronto agli altri ospiti, presentando in modo provocatorio, alcuni brani come Gasparì – A Paris m’apparì scritta da Vincenzo Cerami e Nicola Piovani e Obladì obladà dei Beatles (a 50 anni esatti dalla loro ultima e definitiva formazione) in una versione irriverente.

Magnifica la chiusura con l’esibizione del gruppo moldavo “Concertino”, che ha eseguito brani tratti da “The Season” di Astor Piazzolla.

Il gruppo, composto da sei fisarmonicisti, un bassista, un batterista ed un pianista, affascinanti nei loro completini neri attillati, ha estasiato il pubblico, dilatando e contraendo il mantice tutt’uno con il corpo, con una fisicità inusuale. Hanno giocato con lo strumento, con il respiro, con le mani ed i piedi, aprendosi in piccole e misurate bolle di teatralità che scoppiavano in sala, fra l’attenzione sospesa di una platea rapita dalla musica e da chi la faceva.

Ad ogni battuta di piedi o di mani dei coinvolgenti musicisti, in sala, una signora sveniva ed un uomo sussultava in poltrona.

Ad oscurare a tratti la buona riuscita della serata, ripresa anche dalle telecamere della Rai di Uno Mattina, solo le bizze dell’impianto luci che continuavano a spegnersi ed ad accendersi in sala e sul palco, per un guasto tecnico dovuto, pare, ad una incompatibilità con l’impianto condizionatore, spinto al massimo per preservare ospiti e musicisti dalla calura estiva, ieri veramente asfissiante.

Il gruppo moldavo “Concertino” , vincitore tra l’altro del Premio Astor Piazzolla Musica Award, venerdì replica, sempre al teatro Nuovo Gian Carlo Menotti, ad ingresso gratuito.

Assolutamente da non perdere.

Fonte: Spoletocity, giornale online dell’Umbria