65° Coupe Mondiale di Fisarmonica (CIA), Teatro Nuovo gremito per il Gala Opening Concert

Successo oltre ogni aspettativa per il Gala Opening.
L’edizione italiana della Coupe Mondiale si è aperta ufficialmente in un Teatro Nuovo gremito di appassionati, che non hanno lesinato consensi per i tanti artisti che si sono esibiti sul palco. Come da programma e, fedeli alle precedenti edizioni della rassegna musicale, ad esibirsi per primi sono stati i ragazzi del coro dell’associazione Culturale Bisse, in rappresentanza della città ospitante la manifestazione. Il gruppo, formato da circa 40 elementi e diretto dal M° Claudio Scarabottini, ha eseguito una serie di brani finalizzati alla scoperta delle tradizioni popolari del mondo, caratterizzati da un sound particolarmente accattivante e coinvolgente che ha acceso, sin dall’inizio, gli animi degli spettatori con i brani Freedom (Duke Ellington), Obladì obladà (Mc Cartney), Gasparì – A Paris m’apparì (Piovani – Cerami), Padre nostro – Argentina (Scarabottini – Perilli), Lu popolu é cuscì (Scarabottini – Marignoli) eThis little light on mine (Tradizionale spiritual).
È stata poi la volta del “Giuliana Soscia&Pino Jodice duet”, musicisti di chiara fama internazionale e noti al grande pubblico per essersi esibiti nei teatri più prestigiosi del mondo, nonché trasmessi ripetutamente anche dalle reti televisive. L’uno docente della cattedra di armonizzazione jazz presso il Conservatorio Domenico Cimarosa di Avellino e “funanbolo” del pianoforte, l’altra fisarmonicista raffinata nell’interpretazione e nell’improvvisazione, insieme costituiscono un binomio di livello assoluto. I brani che hanno eseguito sono stati: Antiche Pietre (composizione di Giuliana Soscia), Migration (composizione di Giuliana Soscia/Pino Jodice), Camorra III (composizione di Astor Piazzolla/arrangiamento di Pino Jodice), Libertango (composizione di Astor Piazzolla/arrangiamento di Giuliana Soscia), Freedom Tango (composizione di Pino Jodice).
Il concerto si è concluso dall’acclamatissima performance della band “Concertino”, gruppo Moldavo vincitore dell’Astor Piazzolla Musica Award, costituito da 6 fisarmonicisti, un pianista, un bassista e un batterista che hanno letteralmente entusiasmato il pubblico presente con una piccola esibizione che è stato solo il preludio del concerto che terranno il 24. I brani che hanno proposto sono tratti da “The Season” di Astor Piazzolla.
La serata ha visto anche la presenza di molte personalità istituzionali a rappresentanza di enti locali, nazionali ed internazionali tra cui l’Ambasciata di Finlandia. Invitato sul palco del Teatro, il vice sindaco Stefano Lisci, ha speso parole di grande soddisfazione e ringraziamento per il lavoro svolto dallo staff dell’Associazione Italian Accordion Culture per aver creduto fortemente in questo progetto e per l’impegno che mette da 5 anni nell’organizzazione dello “Strumenti&Muscia Festival” che quest’anno ospita appunto la Coupe Mondiale. Lisci ha ribadito il supporto dell’Amministrazione a questo che è un evento di rilevanza intrnazionale e che negli anni ha attratto un numero sempre maggiore di appassionati e turisti. Il Direttore artistico Mirco Patarini ha avuto lusinghiere parole di plauso per l’importante ruolo di supporto alla manifestazione, svolto dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Spoleto , rappresentata a teatro dal Presidente Dario Pompili. Da sempre la Fondazione reinveste parte del suo patrimonio in tutto cià che ha un alto valore artistico internazionale e di promozione per il territorio. Patarini ha appunto sottolineato il senso di questa amicizia che viste le premesse durerà nel tempo.
La serata, che è stata magistralmente presentata dalla brava e bella Chiara Magna,  è stata ripresa dalla troupe di RAI 1 che ha realizzato, inoltre, un’intervista al Direttore artistico Mirco Patarini in esterna lungo le vie di Spoleto e che sarà trasmessa nella trasmissione “Uno mattina estate” nei prossimi giorni: una grande opportunità di promozione per il territorio spoletino.

Fonte: Tuttoggi, giornale online dell’Umbria